07. February 2017 · Comments Off on Come Uscire e Spendere Poco · Categories: Altro

Crisi o non crisi sembrerebbe che l’italiano medio non sappia rinunciare alle uscite del fine settimana. Del resto spesso è necessario smaltire lo stress e niente in proposito è meglio di una serata tra amici. Spesso però ci rimproveriamo di essere stati poco parsimoniosi. Ecco come comportarsi.

Molte persone avvertono la necessità di uscire spesso per svagarsi, stare in mezzo alla gente o semplicemente per non stare sempre rinchiusi tra le mura di un edificio. Converrete sicuramente che, a meno che non siate abbastanza benestanti, questo è un lusso. Potete ovviare all’inconveniente organizzando attività a basso costo.

Per un’uscita di molte ore oppure diurna, magari la classica gita del week – end, una valida alternativa potrebbe essere costituita dalla visita di musei, mostre e dalla partecipazione ad attività culturali in genere. Solitamente tutto ciò non richiede spese eccessive e vi permette di trascorrere un’intera giornata di svago invece delle poche ore spese magari in un ristorante.

A tale scopo tenetevi aggiornati tramite gli appositi siti web, bacheche e uffici proloco. Se inoltre viene bandita una “giornata per la cultura” sappiate che tutte le attività culturali menzionate diventano gratuite. Esistono musei che indicono giornate per la cultura individuali con cadenza periodica (p.es. i Musei Vaticani l’ultima domenica di ogni mese).

Esistono inoltre dei tesserini che, una volta sottoscritti, consentono sconti interessanti sui biglietti di ingresso (p. es. Campania Arte Card).Se siete interessati a consumare pasti fuori casa potete indirizzarvi verso parecchie alternative. E’ possibile ad esempio ricorrere al take away, al kebab oppure ai menù turistici.

Interessante in tale senso è anche l’aperitivo che, un po’ prima rispetto agli orari di cena standard, vi permette di gustare una varietà di cibi a prezzi modici; essendo un buffet inoltre vi consente di riempire il piatto o fare dei bis. Potreste anche decidere di trascorrere la serata andando al cinema. Informatevi sul giorno in cui la sala cinematografica propone il biglietto ridotto.

In molte città tutti gli studenti, universitari compresi, hanno diritto a prezzi ridotti durante tutta la settimana. E’ possibile anche sottoscrivere un abbonamento. Ancora più basso è il prezzo del biglietto in cinema non di prima visione o se si opta per la fascia pomeridiana. Esistono poi anche eventi culturali che promuovono la fruizione delle sale cinematografiche abbattendone i costi d’ingresso.

Ultimamente si sono diffusi anche pacchetti commerciali che associano un punto vendita o determinati prodotti a tessere di ingresso al cinema. Se amate il teatro e volete spendere poco evitate le prime ed i festivi e scegliete posti centrali. Potreste anche optare per un abbonamento.

Anche in questo caso esistono pacchetti commerciali che associano un punto vendita o determinati prodotti a tessere di ingresso al teatro. Anche la discoteca può diventare più economica purchè riusciate a mettervi in contatto diretto con il pr o ad usufruire di tessere. Non trascurate però che di tanto in tanto una serata in casa con amici magari trascorsa davanti ai giochi di società o, se non abitate in condominio, al karaoke può essere ugualmente divertente, ma poco costosa.

14. December 2016 · Comments Off on Frasi che il Capo non Deve Dire · Categories: Altro

Quanto è importante la scelta delle parole quando il nostro ruolo è quello di motivare e guidare le persone? Quanto può influenzare la percezione di noi con colleghi e collaboratori? In alcune occasioni, per esempio, è meglio evitare di dire determinate cose, per quanto al momento ci possano sembrare istintive o imprescindibili.

Abbiamo pensato di offrirvi qualche spunto su termini e modi di dire che possono facilmente essere fraintesi dai vostri collaboratori, da evitare in favore di un clima che ispiri condivisione, rispetto e contribuisca al team building.

Non posso farci nulla. Come superiore e punto di riferimento esprimere un’impossibilità in questa forma può facilmente essere percepito come una mancanza di volontà di fronte a un problema. Chiedere invece “Come suggerite di risolvere la situazione?” ispira maggiore propensione al dialogo e in futuro la stessa persona prima di confidare dubbi ed eventuali lamentele penserà quali soluzioni proporre prima di esporvi il problema. In seguito un follow up concreto della questione sollevata attribuirà la massima professionalità al vostro operato

Risulta essere sempre stato così. In un contesto di insoddisfazione o di fronte al suggerimento di un’alternativa da parte di un collega, questa frase suggerisce come punto di riferimento uno standard di mediocrità e mancanza di argomenti. L’atteggiamento più proattivo è sempre ascoltare e discutere insieme dei vantaggi e svantaggi della proposta, probabilmente arrivando alla stessa conclusione ma con una comprensione diversa.

Nessun altro si lamenta. Il fatto che ci sia una sola persona a riportare una questione non è sinonimo dell’inconsistenza della stessa, potrebbe essere il primo tra tanti o il portavoce. Anche in questo caso chiedere se c’è qualcun altro dello stesso parere non solo ha un suono diverso, ma presuppone risultati differenti. Non è forse meglio essere informati dello stato delle cose piuttosto che mettere la testa nella sabbia?

Può non piacere ma qui è così. Lavorare sotto stress per alcune persone influisce positivamente sulla resa finale, ma a lungo andare troppa pressione può lasciar intendere un disinteresse verso la ricerca delle condizioni lavorative ideali dei propri dipendenti, come se non fosse un valore aziendale.

La scelta finale sta a me. Un buon leader conduce il team formando e incoraggiando le persone che lo compongono; l’obiettivo finale sarà infondere stima non autorità. Imporsi genera stima?

Non lo voglio sapere. La ricerca del feedback è fondamentale anche quando palesemente non è quello sperato. A volte una soluzione non c’è e bisogna far fronte al problema, in questo caso la vostra apertura sulla tematica può essere di supporto morale e crescita.

Si può migliorare. Compito di un buon manager è dare al team delle direttive specifiche, tutti gli strumenti per svolgere un buon lavoro, assegnare deadline realizzabili e offrire supporto se necessario. Prima di giudicare l’operato della persona bisognerebbe analizzare i presupposti e poi, se i risultati non sono quelli attesi, una frase generica non aiuta alla comprensione dell’errore. Al contrario entrare nello specifico sarà un buon punto di partenza.

Io sabato ero qui, e voi? Certe “sottili” pressioni non aumenteranno la produttività del team, la domanda da porsi sarebbe: se sono costantemente necessari straordinari, che cosa posso migliorare nella gestione del team e delle attività assegnate?

Lasciamo correre per questa volta… Se avete deciso di non rimarcare un errore o sollevare una questione questa frase è superflua e insinua dubbi a cui evidentemente non intendete rispondere.

I fatti personali non devono influire. Non è realistico isolare la sfera lavorativa da quella privata per voi come per gli altri; si può cercare di dimostrare la propria sensibilità senza perdere di vista aspettative e obiettivi. La vostra comprensione sarà ripagata da un maggiore impegno per raggiungerli.

20. November 2016 · Comments Off on Come Risparmiare al Supermercato · Categories: Altro

Per chi come me rimane incantata davanti agli scaffali del supermercato, indecisa se approfittare di tutte le offerte in bella vista e attirata dalle etichette multicolore, servirebbe proprio un manuale d’uso del supermercato.

Un elenco di consigli utili che possano servire ad aiutarci a fare la spesa in maniera un pò più oculata, risparmiando dove possibile, ve lo proponiamo noi: a voi la decisione di seguirli o continuare ad assecondare la vostra curiosità.

Risulta essere buona norma cercare di pianificare in anticipo le cose da comprare, via libera a fogli e fogliettini che tengano conto del vostro menu della settimana, così da evitare acquisti non mirati e sprechi. La cosa migliore sarebbe andare a fare la spesa seguendo questa lista, comprando la maggior parte delle cose una volta a settimana.
Cercate di andare al supermercato a stomaco pieno, questo vi permetterà di evitare decisioni prese di pancia.
Andate da soli a fare la spesa. avrete più tempo da dedicare alla vostra selezione di generi alimentari e non vi farete influenzare dal giudizio degli altri.
Non lasciatevi indurre in tentazione dalle pubblicità. recatevi seguendo la vostra lista d’acquisto e comprate solo le cose necessarie.
Per risparmiare, cercate di comprare prodotti locali e stagionali, dovrebbero essere meno cari. Per capire qualcosa in più sulla provenienza basta consultare i cartellini esposti per legge.
Nel caso in cui compriate salumi o formaggi, fateli affettare sottili, con lo stesso peso, vi sembrerà di avere acquistato molto più cibo.
Guardate i prodotti meno in vista sugli scaffali, in genere i banconi espongono ad altezza uomo i prodotti più costosi nella speranza di influenzare il compratore.
Acquistate i prodotti smarcati o con il marchio del supermercato, spesso le differenze non sono così determinanti, ma il conto finale sarà sicuramente molto più basso.
Occhio alle offerte sui depliant pubblicitari. approfittatene, ma controllate sempre le date di scadenza dei prodotti. Spesso, infatti, i prodotti in saldo sono prossimi alla scadenza. congelarli può essere una buona soluzione.
Si alle tessere fedeltà, che vi consentono di vincere dei premi accumulando punti, ma anche di usufruire di sconti.

Molto interessante.

14. November 2016 · Comments Off on Come Risparmiare in Modo Semplice · Categories: Altro

Per contrastare i continui rincari di cui si sente continuamente parlare, l’associazione dei consumatori Adiconsum ha segnalato come sia possibile riuscire a risparmiare anche 500 euro l’anno semplicemente seguendo alcuni piccoli consigli ed accorgimenti; tanto per cominciare,
una buona occasione all’insegna del risparmio è rappresentata dai saldi

grazie ai quali è possibile acquistare capi d’abbigliamento risparmiando cifre importanti; anche in questo caso è tuttavia importante stare attenti a quello che si compra senza acquistare nulla di superfluo e soprattutto cercando di evitare i raggiri dei commercianti.
Ma non solo sull’abbigliamento è possibile risparmiare; ad esempio è possibile con un po’ di attenzione e di pazienza riuscire a
risparmiare anche sui prodotti alimentari, bisogna quindi esaminare le tante offerte promosse dalla varie catene di supermercati per i vari prodotti; anche in questo caso bisogna però prestare un minimo d’attenzione alle scadenze di quello che acquistiamo.
Altra voce importante sulla quale è possibile risparmiare riguarda i viaggi; il consiglio in questo caso è di non ridursi all’ultimo secondo e cercare di prenotare il prima possibile per usufruire di sconti e di promozioni anche consultando i diversi
siti low cost
.
Con riferimento specifico ai voli aerei, invece, bisogna cercare di non eccedere con il peso della propria valigia per evitare di pagare un sovrapprezzo che spesso può incidere notevolmente sul proprio budget.

Nell’economia domestica è importante poi non sottovalutare i consumi degli apparecchi elettronici che vengono lasciati in stand by ed utilizzare gli elettrodomestici, lì dove possibile, solo in determinate ore e preferibilmente nel fine settimana.
Il risparmio è poi possibile per la benzina, utilizzando eventualmente le pompe bianche, per l’assicurazione dell’auto cercando di sfruttare i siti comparatori per individuare la tariffa più vantaggiosa e allo stesso modo per il conto in banca.
Insomma, con un po’ di buona volontà è possibile risparmiare un po’ su tutte le spese e ricordandoci sempre che è la somma a fare il totale; dunque non resta che augurare buon risparmio a tutti.

28. October 2016 · Comments Off on Come Fare una Delega · Categories: Altro

Molte volte ti sarà capitato di dover fare una delega per far andare qualcuno di cui ti fidi a prendere dei documenti molto riservati al posto tuo. Ecco allora una piccola guida che ti spiega cosa ci deve essere assolutamente in una delega a tuo nome.

Ti ricordo che una delega è un importante documento con cui bisogna fare molta attenzione, perchè si rischia di dare i propri dati sensibili nelle mani sbagliate. Quindi prima di delegare qualcuno pensa bene a chi stai mandando a prendere i tui documenti riservati. Fatto ciò, la delega che avrà la tua firma deve contenere i tuoi dati personali.

Questi dati personali devono essere il tuo nome, cognome, data e paese di nascita, il codice fiscale e la tua residenza, insomma tutti dati che sono scritti sulla tua cartà di identità oppure sul passaporto. Finito di scrivere i tuoi dati personali, lascia un pò di spazio e possibilmente in corsivo e grassetto in mezzo al foglio scrivi la parola delega.

Infine, dopo aver lasciato un pò di spazio dalla parola delega, bisogna scrivere i dati personali della persona che andrà a prendere i tuoi documenti al posto tuo. Questi dati sono il nome e cognome della persona che deleghi, la sua data e paese di nascita e la sua residenza. In più se vuoi puoi scrivere il nome del documento che vuoi che questa persona vada a prendere per te.

Per un esempio è possibile vedere questo modello presente su questo sito.

Ricorda alla persona che mandi con la delega di portare un documento