26. September 2014 · Comments Off on Fattura Senza Partita Iva · Categories: Lavoro

Se abbiamo trovato un piccolo lavoro da fare, oppure riusciamo a vendere un prodotto, non dobbiamo necessariamente aprire una partita IVA solo per potere emettere fattura per un importo minimo. Esiste infatti la possibilità di effettuare una prestazione occasionale, indicando solamente la ritenuta d’acconto, che verrà versata non direttamente da noi, ma dal datore di lavoro , ovvero il destinatario della ricevuta, che viene così definito sostituto d’imposta.

Quindi emettere una fattura senza partita IVA è possibile, per restare in regola con il fisco e non incorrere in eventuali multe.

Ci sono alcuni parametri da rispettare

-La somma totale annua non deve superare i 5000 euro al netto della ritenuta d’acconto del 20%

-Deve trattarsi di una prestazione occasionale inferiore ai trenta giorni lavorativi.

Laddove uno di questi due limiti venga superato, sarà necessario aprire una posizione fiscale e versare anche i contributi all’INPS, oltre a rispettare tutti i pagamenti e i versamenti tipici della partita IVA.

Per una prestazione occasionale che non superi i limiti imposti per legge, basterà indicare il codice fiscale.

Ecco un valido esempio di fattura per prestazione occasionale

Ricevuta numero ___________ del ____________

Il sottoscritto _____________________ nato a __________________ il giorno ____________ residente a _______________________ in via ________________ n. ___________ provincia ______ documento n. _______________ rilasciato da ____________________, C.F. ______________________ di cui si allega fotocopia, consapevole delle sanzioni civili e penali previste dall’art. 76, DPR n. 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci e della decadenza dei benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere di cui all’art. 75, DPR n. 445/2000

RICEVO

Dalla ditta ____________________________ il giorno __________________ una somma per euro _______________ per una prestazione occasionale, esclusa dall’applicazione IVA come da art. 5 del DPR numero 633 del 26 ottobre 1972, riguardante __________________________ eseguita nel periodo di _______.

Dettagli

Compenso Lordo ____________
Ritenuta d’acconto 20% ___________
Compenso Netto ____________

Tale compenso sarà inquadrato tra i redditi di cui all’art. 81 comma 1, lettera L, del D.P.R. 917/86.

Dati bancari per il pagamento
Denominazione banca ________________________
IBAN _________________________________

Luogo e Data _______________

Firma ______________________

Emettere una fattura senza Partita Iva è quindi molto semplice.