22. Luglio 2014 · Commenti disabilitati su Calcolare il Flusso di Cassa · Categorie:Lavoro

In questo articolo spieghiamo come calcolare il flusso di cassa.

Risulta essere molto importante conoscere i flussi di cassa di un’azienda, per eseguire una valutazione valida e basata a partire dai dati espressi nel bilancio d’esercizio.
Il flusso di cassa, chiamato anche cash flow, è il totale della liquidità generata dall’impresa nel corso della propria attività.

Quando l’azienda è appena stata costituita, non è raro imbattersi in flussi di cassa negativi, a causa dei maggiori investimenti che si hanno nel periodo iniziale.
Con l’andare del tempo, invece, le vendite dovrebbero stabilizzarsi e gli investimenti decrescere; in tal modo si dovrebbe ottenere un flusso di cassa positivo.

Si possono utilizzare due metodi principali per calcolare il cash flow di un’impresa in un determinato periodo.
Il metodo chiamato diretto consiste nel calcolare la differenza tra i ricavi ed i costi monetari realizzati o sostenuti, ovvero tutte le movimentazioni nelle disponibilità liquide aziendali in un determinato periodo.

Se nel periodo di maggio 2014, a fronte di 5000€ di ricavi, un’impresa ha sostenuto costi monetari pari a 4400€, il flusso di cassa sarà positivo e pari a 600€, relativamente al mese di maggio 2014.
L’operazione si può eseguire anche tramite il metodo definito indiretto, che consiste nel calcolo del flusso di cassa partendo dal risultato del periodo, utile o perdita che sia, e aggiungendo i costi non monetari come ammortamenti, accantonamenti e altro, sottraendo poi i ricavi non monetari, come le rivalutazioni immobiliari o finanziarie.

Tramite un esempio chiariamo nel dettaglio in cosa consiste questo tipo di metodologia: i dati vanno presi dal bilancio di esercizio che, a volte, è l’unico documento a disposizione per effettuare questo tipo di valutazioni e quindi l’unico metodo possibile per il calcolo è proprio quello indiretto.
L’azienda che presenta un utile d’esercizio di 300€, ha sostenuto ammortamenti per 200€, accantonamenti per altri 150€ e rivalutazioni per 50€.
Se eseguiamo il calcolo algebrico: 300+200+150-50 otteniamo i 600€ di prima come flusso positivo di cassa.

Calcolare il flusso di cassa è quindi semplice.