16. March 2013 · Comments Off on Come Diventare Agente di Commercio · Categories: Lavoro

In questa guida spieghiamo come diventare agente di commercio.

La figura dell’agente di commercio è senza dubbio una delle posizione più ricercate da parte di grande parte delle aziende, il suo uolo è quello di sviluppare il volume di vendite delle società o della società per cui lavora.

L’agente di commercio non è semplicemente un venditore, ma una figura più complessa il cui lavoro viene regolato dalla disciplina che riguarda la posizione dell’agente di commercio in seno alla camera di  commercio.

Per potersi iscrivere alla camera di commercio aprendo una posizione di questo genere, occorrono soddisfare uno dei seguenti requisiti:

-Essere in possesso di un diploma di Ragioneria.

-Essere in possesso di diploma di Laurea in Economia e Commercio

-Avere esercitato per almeno due anni una attività di venditore piazzista

-Aver esercitato per almeno ude anni una attività di addetto alle vendite di una azienda commerciale

In mancanza quindi dei titoli scolastici necessari, l’alternativa è quella di fare pratica presso un’azienda, il che permetterà anche di valutare le proprie capacità e, cosa non secondaria, permetterà anche di valutare la propria attitudine a quello che potrebbe sembrare un lavoro banale, ma banale non lo è affatto, molto dipende dalla nostra personalità, che può o meno essere in linea con le caratteristiche che deve avere un agente di commercio.

Una cosa da tenere presente è che non esiste un modo unico di porsi e che il lavoro dell’agente di commercio è sempre molto legato sia al prodotto o ai prodotti che rappresenta, sia al tipo di clientela cui tali prodotti vengono proposti.

Fondamentale è quindi anche la scelta del tipo di prodotti che si vuole rappresentare, che può fare la differenza fra un professionista che lavora con soddisfazione e uno che lavora con fatica.

Esistono poi diverse possibilità all’interno della figura dell’agente di commercio, ossia la scelta, importante di essere un agente monomandatario, ovvero di rappresentare una sola azienda, o un agente plurimandatario, che può rappresentare aziende diverse e anche di diverso tipo.